14 Mar 2021

Marzia Nicolini

Vi sveliamo quali sono i benefici di intraprendere una terapia disintossicante post-inverno. Non solo detox liquido, ma anche sane abitudini a tavola, per dare una mano all'espulsione di scorie e tossine


Cosa vi piace di più della primavera? Che sia accogliere le nuove foglioline verdi sui rami degli alberi oppure godersi il sole finalmente tiepido e generoso sul balcone di casa, il cambio stagione rappresenta il momento ideale per regalarsi un percorso detox su misura. Tanto più se rientrate nel vasto gruppo di persone sotto stress, reduci da (troppe) notti insonni, con la mente sovraccarica e il fisico appesantito da eccessi calorici e scelte alimentari dettate dall'emotività.

Detox: perché è consigliato a inizio primavera

La verità è che non esiste un percorso disintossicante universalmente valido per tutti. A vincere, come in ogni cosa, è la sartorialità. Quel che però accomuna molti di noi sul finire dell'inverno è uno stato di sovraccarico psico-fisico, da cui l'esigenza di un "repulisti". A partire dalla dieta, che dovrà puntare su alimenti depurativi, drenanti, diuretici. Prima di vedere quali e perché, vale la pena farsi un piccolo, ma sincero esame di coscienza: quanti grassi, sale e zuccheri avete consumate durante i mesi invernali? Se la risposta è "tanti", è altamente probabile che il vostro organismo sia intasato da scorie in eccesso e tossine. I classici campanelli d'allarme sono, nell'ordine, pelle spenta e/o impura, ritenzione di liquidi, chiletti indesiderati, faticosa digestione e problemi di gonfiore addominale.

Spazio ai vegetali disintossicanti di primavera

Oltre ai pratici pacchetti di juicing detox, per una terapia purificante intensiva, sicura e mirata, il consiglio è quello di bandire da frigo e dispensa qualsiasi cibo addizionato di sale, zucchero, ma anche latticini, alimenti industriali, farine raffinate e, ça va sans dire, alcolici e caffeina. Nella lista della spesa, i primi posti saranno occupati dagli ortaggi più disintossicanti di stagione, da consumare crudi o appena scottati, preferendo sempre prodotti di produzione biologica e locale.

Gli alleati del detox di primavera sono crescione, tarassaco, porro, asparago, carota, bietola, sedano, cetriolo, noti per i loro effetti depurativi e diuretici. Ricchi di preziosi sali e minerali sono verdure verdi quali spinaci, broccoli, carciofi, ma anche pisellini e fagioli. La frutta primaverile appagherà il vostro desiderio di dolce, aiutandovi a resistere alla tentazione dello zucchero (non cedete!).

Consumare per un paio di giorni solo ortaggi crudi e biologici, accompagnati da piccole porzioni di proteine magre (carne bianca e pesce selvaggio) renderà il vostro organismo così felice, leggero e vitale, che vi verrà voglia di proseguire il percorso detox.

Ti piacerà anche