08 Oct 2018

Gaetano Ragona

Quella sensazione di pesantezza fin dalle prime ore del mattino e via, in un lento peggioramento fino a sera. In estate avere piedi, caviglie e gambe gonfi (molto gonfi) è un grande classico, specie per noi donne, il cui problema di ritenzione idrica è presente 365 giorni l'anno, con picchi a seconda di dieta, ormoni e, appunto, clima. Quando il termometro è rovente e l'afa e l'umidità non danno tregua, ecco che gli arti inferiori aviglie, gambe e piedi diventano pesanti come macigni. Vi spieghiamo subito a cosa si deve questo fenomeno e, soprattutto, quali sono i rimedi naturali realmente efficaci per invertire la tendenza e tornare a sentirsi leggere. Sì, sì: vi garantiamo che con un minimo di impegno è un obiettivo alla portata di tutte.

Il problema di gambe, caviglie e piedi gonfi: perché in estate peggiora

Un disturbo che, durante i mesi più caldi dell'anno, tende a intensificarsi. La ragione è presto spiegata: il clima caldo e umido favorisce e aggrava il ristagno dei liquidi plasmatici, che non riuscendo a venire efficacemente drenati dal sistema linfatico, affaticato dalle alte temperature, si accumulano nei tessuti, provocando il tristemente noto gonfiore, talvolta accompagnato da formicolio sotto pelle e fastidiosi crampi notturni (e non solo). Non va incriminato solo il meteo estivo: talvolta la colpa è anche nostra, nello specifico quando ci lasciamo andare alla pigrizia, sposando uno stile di vita sedentario e favorendo in questo modo i sintomi di gonfiore e pesantezza. Se a ciò si aggiunge un'alimentazione ricca di sale e zucchero, per non parlare degli alcolici, il problema degli arti inferiori gonfi non vi darà tregua.

Soluzioni alla mano: rimedi naturali da copia-incollare

Come trovare sollievo? Abbiamo compiuto un'indagine sul tema gambe gonfie ed ecco i migliori rimedi per ritornare a sentirsi bene, nel nome della leggerezza.

1 Voce del verbo camminare
Ogni giorno, "no matter what", imponetevi una passeggiata a passo sostenuto di 20-30 minuti. Questo semplice gesto consente di riattivare la circolazione, favorendo il benessere di gambe, piedi e caviglie. Ricordate di indossare sneakers comode e traspiranti.
2 Automassaggio rinfrescante

Una o, ancora meglio, due volte al dì, dedicatevi all'automassaggio. Su pelle asciutta o leggermente umida, applicate con manovre delicate dal basso verso l'alto (mai in verso contrario) un prodotto cosmetico i cui attivi e la cui texture siano fortemente rinfrescanti e defaticanti. Tra gli ingredienti che più di tutti sanno dare sollievo alle gambe pesanti troviamo la camomilla romana, l'olio di nocciolo e l'estratto di arancio amaro.

3 Surplus di idratazione

Il ristagno dei liquidi si combatte bevendo molta acqua e consumando ortaggi di stagione fortemente idratanti. Appartengono alla categoria melone, anguria, cetriolo, zucchine, pomodori e lattuga, perfetti per creare insalatone, macedonie, estratti e smoothie dissetanti e drenanti.

4 Movimenti amici da incorporare nel tran-tran quotidiano

Dopo aver trascorso molto tempo in piedi oppure seduta, il consiglio è quello di alzarsi sulle punte per riattivare la circolazione. Prima di dormire, poi, sdraiatevi in posizione supina sul pavimento o sul letto, sollevate le gambe tese e appoggiatele sulla parete, mantenendo i piedi a martello per almeno 2-3 minuti. Favorirete così sia il buon microcircolo, sia il processo di drenaggio dei liquidi, scongiurando il rischio di crampi notturni. 

5 Impacco "cool off" fai-da-te

Ecco a voi un rimedio della nonna tanto semplice (e low cost), quanto efficace: l'impacco ai piedi con fettine di cetriolo.Tagliate un cetriolo (che avrete conservato in frigorifero per un paio d'ore almeno) e applicate le fette di polpa sui piedi. Avvolgete il tutto con un bendaggio oppure con un asciugamano di cotone. Il cetriolo ha la capacità di assorbire come una spugna il fluido accumulato, lasciando piedi e caviglie freschi e leggeri. Provare per credere.

6 Pediluvio della sera

Prima di coricarvi, riempite una bacinella di acqua fredda o molto fredda, a seconda della vostra resistenza e immergete i piedi. Il freddo è altamente benefico e contrasta il gonfiore, agendo come vasocostrittore, che restringe i vasi sanguigni e impedisce il ristagno venoso.Se poi all'acqua del vostro pediluvio aggiungerete qualche goccia di olio essenziale di cipresso e lavanda, l'effetto defaticante sarà potenziato (e super piacevole).

7 Piante da bere

Oltre all'acqua (naturale, mai gassata), l'ideale sarebbe sorseggiare nel corso della giornata linfa di betulla, drenante e diuretica, tè verde, utile per eliminare tossine e liquidi in eccesso, meliloto, promotore della buona funzionalità del microcircolo e della circolazione venosa.

I do not se soffrite di gambe, piedi e caviglie gonfie

Nella lista delle cattive abitudini da dimenticare in estate (anzi, a ben vedere tutto l'anno) troviamo
1 eccessi di sale
2 eccessi di zucchero
3 uso di indumenti stretti e in fibre tessili sintetiche
4 vita sedentaria
5 eccesso di attività cardio