Magazine: News e curiosità dal mondo del Juicing e Detox

Dossier Ayurveda: Che cos’è

Ayurveda è un sistema vecchio di 5000 anni per la guarigione naturale che affonda le sue origini nella cultura Vedica indiana. Anche se è stato soppresso durante anni di occupazione straniera, l’Ayurveda sta tornando assolutamente alla ribalta sia nella sua terra natale che in tutto il mondo. La medicina tibetana e la medicina tradizionale cinese provengono entrambe dalla Ayurveda. La prima medicina greca abbracciò anch’essa molti concetti originariamente descritti nel testi medici classici ayurvedici risalenti a diverse migliaia di anni fa.

Articolo Correlato: Fluire verso l'Autunno con la Medicina Cinese

Oltre che essere un semplice sistema per trattare le malattie, la Ayurveda è una scienza della vita life (Ayur = vita, Veda = scienza o conoscenza). Offre una saggezza progettata per aiutare le persone a rimanere vitali realizzando il proprio potenziale umano completo. Fornisce delle linee guida su routine ideali giornaliere e stagionali, dieta, comportamenti e utilizzo adeguato dei nostri sensi; la Ayurveda ci ricorda che la salute è l’integrazione equilibrata e dinamica fra il nostro ambiente, il corpo, la mente e lo spirito.

Tri-Dosha

Riconoscendo che gli esseri umani fanno parte della natura, la Ayurveda descrive tre energie fondamentali che governano i nostri ambienti interni ed esterni: movimento, trasformazione e struttura. Note in sanscrito come as Vata (Vento), Pitta (Fuoco), and Kapha (Terra), queste forze primarie sono responsabili delle caratteristiche della nostra mente e del nostro corpo.

Tipologie di corpo

Ciascuno di noi presenta una proporzione unica di queste forze che modella la nostra natura. Se è dominante il Vata nel nostro sistema di consultazione ayurvedico, tendiamo ad essere esili, leggeri, entusiastici, energetici e mutevoli. Se predomina invece il Pitta nella nostra natura, tendiamo ad essere intensi, intelligenti e orientati verso un obiettivo e abbiamo un forte appetito per la vita. Quando prevale il Kapha, tendiamo ad essere estroversi, metodici e caritatevoli. Anche se ciascuno di noi presenta tutt’e tre le forze, la maggior parte delle persone ha uno o due elementi che prevalgono.

Per ciascun elemento, esiste un’espressione bilanciata e sbilanciata. Quando il Vata è bilanciato, una persona è vivace e creativa, ma quando c’è troppo movimento nel sistema, si tende a provare ansia, insonnia, pelle secca, costipazione e difficoltà concentrarsi. Quando il Pitta funziona in modo equilibrato, una persona è calda, amichevole, disciplinata, un buon leader, e un buon oratore. Quando il Pitta perde il suo equilibrio, si tende ad essere compulsivi e irritabili e si potrebbe soffrire di indigestione o di varie condizioni di infiammazione. Quando il Kapha è bilanciato, una persona è dolce, d’aiuto e stabile ma quando il Kapha perde il suo equilibrio, si può provare indolenza, aumento di peso e congestione dei seni nasali.

Compila questo questionario cliccando le voci che ti descrivono maggiormente, scoprirai qual è il tuo dosha (umore corporeo) dominante che determina le tue caratteristiche fisiche, mentali ed emozionali