Magazine: News e curiosità dal mondo del Juicing e Detox

Tradizione, gusto e benessere. Nove golosità italiane da non perdere.

Ultimi giorni e weekend di vacanza in giro per l’Italia? A ogni angolo, spiaggia, paesino, ci sono sempre nuove tentazioni gastronomiche da scoprire. Noi ve ne segnaliamo nove, golosissime e tutte a base di verdure. Per conciliare benessere, attenzione alla forma, gusto e tradizione.

Panadas

Composte da un involucro  di pasta ripieno di un delizioso misto di verdure di stagione (melanzane, zucchine, fagiolini…) e erbe aromatiche, le panadas  sono una specialità sarda di origine antichissima. Erano il pranzo, facile da trasportare e da conservare, dei pastori e dei minatori. Per i più golosi, da assaggiare le varianti che abbinano il ripieno di verdure a carne di agnello o di maiale, oppure anguilla, o formaggio.

Minestrone al pesto

In Liguria le ricette a base di verdura sono espressione della capacità inventiva di questa grande cucina, che anche con ingredienti “poveri” sa inventare autentiche meraviglie. Come il minestrone al pesto tipico di Genova. In estate un ottimo piatto unico, da gustare anche freddo. Ingredienti, verdure di stagione, legumi e, la nota di sapore che fa la differenza, il pesto alla genovese.

Ciceri e tria

Un primo piatto pugliese, anche questo di origini molto antiche. La “tria” è un formato di pasta tipico leccese. I “ciceri” sono i ceci che, uniti a gambo di sedano, cipolla e foglie di alloro, creano un’armonia di profumi e sapori sottile e stuzzicante.

Granita di frutta

La granita per eccellenza è quella siciliana. In tempi lontani la si preparava con la neve raccolta sull’Etna. Più tardi, e ancora oggi ,con acqua, zucchero e frutta. Imperdibile colazione, da accompagnare alla brioche. Un classico è la granita di limone . Vere chicche la granita ai gelsi neri e quella alle mandorle.

Panzanella

Pane toscano raffermo, bagnato nell’acqua e poi strizzato, verdure dell’orto, basilico … cosa c’è di più fresco, delizioso e appagante della panzanella. Da sperimentare, anche la variante all’acqua di mare. Pare che i pescatori, nelle lunghe notti di lavoro, si portassero in barca del pane raffermo che bagnavano con l’acqua del mare. In seguito si sono aggiunti vongole, cozze, gamberi e pesce a piacere.

 

Verdure alla pioda

Sulla pioda, pietra ollare scaldata dal fuoco, utilizzata da sempre in Valtellina e Valchiavenna, si cucina di tutto. Carne, formaggio, e anche le verdure, che restano leggerissime e perfettamente intatte nel gusto. 


Canederli alle mele e albicocche

Piatto tipico del Trentino e dell’Alto Adige, i canederli più classici sono allo speck o agli spinaci. Ma sono buonissimi anche nelle varianti dolci alle mele o alle albicocche. Non proprio dietetici ma da provare!



Melanzane, noci e mandorle

Ritornando in sud Italia, un piatto calabrese semplice e allo stesso tempo raffinato negli accostamenti fra salato e dolce. Melanzane, noci e mandorle con aggiunta di miele. Una ricetta che racconta di influssi orientali.