Magazine: News e curiosità dal mondo del Juicing e Detox

Vellutata Di Carciofi

December 7, 2014
Il carciofo vanta una storia molto antica: già conosciuto e ricercato come pianta selvatica dagli antichi Greci e Romani, iniziò ad essere coltivato in Sicilia nei primi secoli d.C. e lentamente risalì la nostra penisola nel tardo Medioevo. È così che il carciofo si è diffuso anche in climi più miti, diventando tra i simboli della cucina tradizionale in diverse regioni (es. carciofo alla romana) e rendendone tra l’altro l’Italia uno dei maggiori produttori al mondo.
Una curiosità: il carciofo è molto apprezzato anche lontano dai fornelli, il suo succo è infatti usato nella cosmesi naturale per tonificare e rivitalizzare la pelle.

Ricco in ferro e povero in calorie, il carciofo rientra spesso tra i consigli nutrizionali anche per il buon contenuto di altri sali minerali (calcio, fosforo, sodio, potassio) e di alcune vitamine (A, B1, B2, C, PP).
Il principio attivo della cinarina, oltre a connotare il particolare sapore amaro, attribuisce al carciofo proprietà benefiche per la diuresi renale nonché per la regolarità intestinale.

Ingredienti:

carciofi, 4; patate, 2 di media grandezza; prezzemolo, 1 ciuffetto; burro, 1 noce; aglio, mezzo spicchio; brodo vegetale, 350gr; sale, pepe, olio

Preparazione:
Iniziate a pulire i carciofi, facendo molta attenzione a togliere le foglie più dure (hanno dei fastidiosi filamenti) e a lasciare quelle più morbide. Tagliateli ora a spicchi e metteteli da parte.
Passate ora alla pulizia delle patate, pelatele e tagliatele a pezzi grossolani.

Prendete poi una pentola a pressione e metteteci dentro patate, carciofi, brodo, prezzemolo, un filo d'olio e l'aglio che avrete precedentemente tritato. Cuocete quindi il tutto per circa 20 minuti.
Una volta pronto, prendete un minipimer e frullate il tutto finché non ottenete una crema omogenea. In caso, se vedete che la crema è troppo densa, diluitela con un po' di acqua. Prendete ora un pentolino, versateci dentro la crema e conditela con burro, sale, pepe e un filo di olio.

Sopra al piatto in cui avete versato la vostra vellutata, cospargete un po' di prezzemolo tritato. Prendete poi qualche pezzo di carciofo che avrete tenuto precedentemente da parte e utilizzatelo come decorazione del piatto, insieme ad una spolverata di grana grattuggiato e qualche crostino.